Agile in piena rivoluzione digitale

La dinamicità e velocità dei cambiamenti di business richiedono risposte ed adattamenti aziendali ad alta reattività calati dall’alto; sia i processi che gli attori devono saper rispondere con un alto livello di resilienza.
Per contro, dal basso, l’agile non è più un concetto puramente IT legato allo sviluppo e rilascio di software ma ampiamente sdoganato a tutta l’azienda.
I processi costituiscono la trazione integrale aziendale, mossi attraverso le nuove tecnologie mentre le risorse umane sono il collante e carburante.
Le varie pratiche agili pongono infatti l’accento sull’interazione più spinta tra le persone a tutti i livelli, allo stesso tempo la robotizzazione e l’automazione, guidate da un livello di intelligenza artificiale sempre più umanoide hanno lo scopo di sostituire le persone nei processi ripetitivi ed a basso valore aggiunto per accorciare i tempi di risposta e spostare il potenziale umano ad occupare posizioni più strategiche.
Se lo scopo della IT Governance si basa sul governo dei processi IT partendo da una radicata cultura della misurazione (performance, capacità di raggiungere l’obiettivo, la capacità di gestire i rischi, etc) lo sviluppo di una HR governance deve seguire lo stesso obiettivo. Come misurare tutto ciò? Quali risultati ottenuti nel frattempo? Ne discutiamo insieme con esperti di settore.

[ GIO 24-09-2020   |  dalle 14:30 alle 18:30 ]
Il Litorale USI - Sala Multiuso - Quartiere Maghetti - Piazza S. Rocco 3, 6900 Lugano
Quota di partecipazione: 50.- CHF per i non affiliati | gli affiliati partecipano gratuitamente

Sponsor dell'evento

Destinatari

Titolari e Manager aziendali, imprenditori, dirigenti e quadri aziendali in ambito pubblico e privato, Project Manager, Delivery Manager. Tutte le figure con un potere decisionale aziendale che partecipano come stakeholder a progetti di digitalizzazione (marketing, risorse umane, finanze, organizzazione, altri), tutti gli addetti ai lavori nel mondo digitale: sviluppatori, responsabili e gestori delle infrastrutture IT, tutte le figure che garantiscono l’operatività dei servizi IT.

Descrizione

I principi cardine della metodologia agile si basano principalmente su:
✔ persone ed interazioni (comunicazione) più importanti dei processi e strumenti di lavoro
✔ rilascio frequente di software funzionante più importante della documentazione
✔ collaborazione con i clienti più’ importante del rispetto di un contratto
✔ prontezza nel rispondere ai cambiamenti più importante di pianificare accuratamente

I quattro pilastri della trasformazione HR si basano su:
✔ tecnologia come fattore abilitante delle risorse umane
✔ gestione efficace della piramide dei fabbisogni di Maslow in ogni area aziendale
✔ gestione del cambiamento come fattore di successo aziendale
✔ analisi dell’enorme patrimonio di dati aziendali da sfruttare come vantaggio competitivo

Come opera il marketing per supportare la velocità del business?
Anche il marketing adotta una metodologia agile attraverso una concentrazione sui progetti ad alto valore aggiunto ed un approccio di lavoro “iterativo” e cooperativo:
I principi si basano su:
✔ maggior collaborazione, meno silos e gerarchia
✔ più fatti e dati oggettivi, meno opinioni e convenzioni
✔ tanti piccoli esperimenti, meno grandi “scommesse”
✔ forte targetizzazione e marketing diretto, meno campagne su grande scala

Da un lato cambia il percorso o il terreno sul quale le aziende oggi camminano, sempre più’ digitalizzato, dall’altro tutte le componenti aziendali si rivelano sorprendentemente somiglianti nel nome delle metodologie agili di lavoro a perseguire sia propri obiettivi specifici che collettivi.
Le risorse umane, per supportare l’azienda a scegliere le figure più’ adatte al cambiamento, attraverso la selezione e gestione dei soft-skills e competenze, hanno bisogno di comprendere al meglio, ed essere più’ consapevoli, del valore e reale potenziale della tecnologia per non creare un effetto IT shadow interno; il marketing si concentra a portare in modo più’ rapido possibile i risultati in termini di potenziali clienti e commesse di lavoro per raggiungere gli obiettivi aziendali imposti dai mercati impiegando le nuove tecnologie al limite dei costi/benefici.

Da uno studio di Fujitsu emerge che la grande scommessa digitale è incentrata su questi fattori di successo in ordine di importanza:
👉 capacità di attrarre e mantenere i talenti
👉 capacità di reattività alle esigenze di mercato
👉 capacità di fidelizzazione i propri clienti
👉 capacità di aumentare la produttività della forza lavoro

Obiettivi

L’agilità aziendale risulta essere il fattoriale di tutte le singole componenti, attraverso uno storytelling information technology, risorse umane e marketing sono le facce collegate di un unico cubo, il risultato e la metodologia sono simili, cambia la prospettiva.
La formula dell’evento propone un Workshop iniziale ed una tavola rotonda finale per creare la giusta dose di nozioni pratiche, attraverso l’esperienza dei relatori e l’utilizzo dei singoli case history ed un dialogo e confronto diretto con la la platea.
Per ottenere i maggiori benefici possibili dalla trasformazione digitale vanno considerati alcuni tra i seguenti fattori critici di successo:
✔ sfruttare tutti gli automatismi possibili
✔ diffondere una cultura digitale aziendale
✔ semplificare i processi decisionali ed i flussi di lavoro
✔ adottare un sistema di orchestrazione o approccio collaborativo dei team

Il ruolo maturo e centrico dell’IT, che va correttamente governato e supportato, come fattore abilitante del business è oramai un dato di fatto; il sottile confine tra creare o bruciare il valore aggiunto sta nella presa di coscienza di ogni componente aziendale del proprio ruolo nei confronti della tecnologia unito ad un forte senso di squadra.
itSMF in questo ruolo territoriale di creare una forte consapevolezza e giusta coscienza sui temi IT del Service management ed It Governance in primis, per favorire e sviluppare tutto il potenziale IT in piena rivoluzione digitale, vuole estendere i propri eventi ad un pubblico aziendale esteso, non essenzialmente operante in ambito IT.

Per tutti i partecipanti è prevista una pausa caffè intermedia ed un buffet a fine dell’evento.
Vi aspettiamo!

Moderatori e relatori

Andrea Cherubini, Presidente svizzero di itSMF, laureato alla SUPSI in IT Management e Governance, con +15 anni di esperienza in ambito IT ricoprendo vari ruoli e funzioni, si è specializzato e certificato nella gestione dei Progetti IT, Servizi IT e della IT Governance.
LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/andreacherubini/
Paolo Serra, Director and Business Development Director EMEA @ Herzum, Atlassian Platinum Partner, il partner per progetti Agile, DevOps e Continuous Integration. SAFe 4 Certified Agilist
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/spaolo/
Gemma De Filippis, CEO di Point Service SA, esperta di risorse umane e consulenza agli imprenditori
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/gemma-de-filippis-22403a113/
Gianni Simonato, Fondatore MyAcademy GmbH, Acceleratore di Impresa, Linkedin Sales Navigator Trainer | MarTech & SalesTech Expert, Member S-GE (Switzerland Global Enterprise) e Sponsor Ticino SVC (Swiss Venture Club)
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/giannisimonato/

Programma

14:30 Accoglienza e registrazione partecipanti
15:00 Presentazione dell’evento, dei relatori e del tema fil rouge.
15:15 Paolo Serra, Herzum Sagl - Scaled Agile/DevOps per la gestione dei processi di business
15:45 Gemma De Filippis, Point Service SA - Il governo dei soft skills e l’agilità applicata alle HR
16:15 Pausa caffé
16:30 Gianni Simonato, My Academy GmbH - Il modern selling: la risposta agile del Marketing e CRM
17:00 Tavola rotonda finale sul tema fil rouge discussione aperta con i partecipanti
17:30 Aperitivo finale con conclusione e networking

Iscrizione

Quota di partecipazione: 50.- CHF per i non affiliati | gli affiliati partecipano gratuitamente

 


about us itsmf switzerland information technology manthea.ch_

Perché è necessario un Audit di Sicurezza ed un Risk Assessment?

Partecipa all'Evento ►

La gestione dei rischi è parte integrante di qualsiasi attività quotidiana, nella maggior parte dei casi viene eseguita inconsciamente e automaticamente. Nel mondo dell’IT la gestione del rischio è alla base della continuità del servizio, spesso però le conseguenze sono sottovalutate o completamente dimenticate. La compromissione di un sistema informatico può avere diversi vettori, negli ultimi anni gli attacchi più devastanti hanno avuto successo proprio a causa della mancanza di valutazione e gestione del rischio. L’analisi di sicurezza permette di capire la maturità aziendale circa la protezione dei sistemi, la valutazione del rischio determina l’esposizione e le conseguenze di quanto scoperto tramite l’analisi.
Ne parliamo apertamente con voi.

[ il 23-10-2019   |  dalle 15:30 alle 18:30 ]
Parco Maraini – Sala Multiuso – Via Massagno 36, 6900 Lugano
Quota di partecipazione: 50.- CHF

Sponsor dell’evento:

Logo itSMF Switzerland

 

Destinatari

Titolari e Manager aziendali, imprenditori, dirigenti e quadri in ambito pubblico e privato, Project Manager, Delivery Manager, Security Manager. Tutte le figure con un potere decisionale aziendale che partecipano come stakeholder a progetti di digitalizzazione, tutti gli addetti ai lavori nel mondo digitale: sviluppatori, responsabili e gestori delle infrastrutture IT, tutte le figure che garantiscono l’operatività dei servizi IT.

Descrizione
L’evento è un workshop con una tavola rotonda finale focalizzato sui temi della sicurezza informatica legata alle revisioni periodiche (audit) ed alla gestione e valutazione dei rischi sia interni che esterni.
Le domande a cui risponderemo anche con esempi pratici:
👉Come si è arrivati al risk management?
👉Quali sono i benefici e le possibilità offerte da questo approccio?
👉C’è una dimensione o complessità aziendale che ne beneficia maggiormente?
👉Perché è necessario abbinare un audit di sicurezza alla gestione dei rischi?
👉Quali sono le differenze?
👉Perché preferirlo in alcuni casi specifici ad un penetration test?
👉Quali strategie preventive adottare per proteggere i nostri dati aziendali su internet?
👉Quali cautele adottare, chi infine se ne deve occupare?

Diverse multinazionali hanno dimostrato di sottovalutare l’analisi dei rischi con spiacevoli conseguenze. Il Risk management è un’attività che riguarda le piccole, medie e grandi imprese.
Con l’evoluzione delle tecnologie inoltre le metodologie per il controllo della sicurezza si sono evolute e hanno modellato questo panorama in maniera completamente diversa.

Il risk management va indirizzato anche nella gestione della reputazione personale ed aziendale su internet. Linkedin è oggigiorno la più usata ed importante piattaforma di social media orientata al business ad ai professionisti. I potenti strumenti permettono di costruire un portafoglio di contatti professionali molto mirato e di svolgere anche un efficace attività di social media marketing.
E’ quindi importante analizzare tutti i rischi derivanti dalla presenza di profili professionali e pagine aziendali su Linkedin, quali cautele adottare, chi se ne deve occupare, strategie preventive da adottare.

L’evento sarà presentato e moderato da Andrea Cherubini, presidente di itSMF e responsabile per il Ticino con esperienze pluriennali nella gestione progetti IT, governance e gestione dei servizi IT, certificato Prince2, ITIL e ISO 27001, ben supportato dai seguenti esperti di settore:
Paolo Geninazzi, Senior Security Engineer presso la UMB AG, consulente esterno di sicurezza per IBM e Cisco (USA). Master in Technology and Policy Program MIT Boston, CISA, CCIE.
Gianni Simonato, Fondatore MyAcademy GmbH, Acceleratore di Impresa, Linkedin Sales Navigator Trainer | MarTech & SalesTech Expert, Member S-GE (Switzerland Global Enterprise) e Sponsor Ticino SVC (Swiss Venture Club)

Per tutti i partecipanti è prevista una pausa caffè intermedia ed un buffet a fine dell’evento.
Tutti gli iscritti paganti riceveranno in omaggio l’affiliazione annuale individuale ad itSMF.
Vi aspettiamo!

Relatori

Andrea Cherubini, Presidente svizzero di itSMF, laureato alla SUPSI in IT Management e Governance, oltre 15 anni di esperienza in ambito IT, specializzato e certificato nella gestione dei Progetti IT, Servizi IT e della Governance IT.
LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/andreacherubini/

Paolo Geninazzi, Senior Security Engineer presso la UMB AG, consulente esterno di sicurezza per IBM e Cisco (USA). Master in Technology and Policy Program MIT Boston, CISA, CCIE.
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/paolo-geninazzi-6b37244b/

Gianni Simonato, Acceleratore di Impresa, Linkedin Sales Navigator Trainer | MarTech & SalesTech Expert, Fondatore MyAcademy GmbH, Member S-GE (Switzerland Global Enterprise) e Sponsor Ticino SVC (Swiss Venture Club)
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/giannisimonato/

Programma

15:30 – Registrazione ed accoglienza
16:00 – Presentazione evento ed introduzione da parte di itSMF
16.15 – Risk assessment e risk management
16.45 – Pausa caffè
17.00 – Audit di sicurezza
17.30 – Modern selling e rischi derivanti dalla presenza di profili su Linkedin
17.50 – Q&A finali, tavola rotonda aperta a tutti e moderata dai relatori
18.10 – Aperitivo finale con conclusione e networking professionale

Iscrizione

Quota di partecipazione: CHF 50.00

Acquista il tuo biglietto