Free Webinar: IT Governance 4.0; le pratiche nel Cloud e DevOps

Partecipa all'Evento ►


itSMF propone un nuovo autorevole Webinar che abbraccia tematiche attualmente molto sentite sia nelle aziende che nelle società di consulenza di ogni dimensione.
Il Cloud è ritenuto oggi maturo ed affidabile, permettendo di liberare importanti risorse nelle aziende, offrendo un modello di fruibilità dei servizi IT secondo necessità; sempre scalabile e disponibile di principio.

Le caratteristiche chiave del Cloud da una visione di ITIL si riassumono in:
✔ disponibilità dei servizi a richiesta (attraverso self-service)
✔ accessibilità dei servizi tramite la rete internet
✔ condivisione delle risorse con altre organizzazioni
✔ elasticità attraverso l’automazione
✔ misurabilità dei servizi (da una prospettiva cliente finale)

Se da un lato infrastrutturale, tecnologico e di fruibilità dei servizi le aziende scelgono oggigiorno il Cloud nelle sue numerose forme e proposte, per i processi e la gestione dei team di risorse, le aziende adottano le pratiche DevOps per affrontare le sfide della trasformazione digitale.
DevOps significa intrinsecamente anche collaborazione forte, coordinata e continuativa all’interno del team, tra l’area sviluppo e l’area infrastruttura ed operatività; divise storicamente in passato per differenti metodologie, formazione, obiettivi e linee guide.

Pur non essendo un binomio fisso, il connubio tra Cloud e DevOps si rivela vincente poiché il Cloud offre nativamente la predisposizione dell’utilizzo degli strumenti di lavoro secondo le pratiche DevOps (DevOps as a Service)
Gli effetti di questi cambiamenti hanno un impatto maggiore, ma non esclusivo, su alcuni importanti processi/pratiche ITIL

Sia il Cloud che DevOps impongono un cambiamento culturale aziendale importante che si riflette dallo staff IT al resto dell’azienda, per questo motivo la gestione dei progetti ed iniziative IT sta mutando da una forma di stampo manageriale ad una di tipo coaching.

Le figure professionali in merito agli “skill sets” che devono avere continuano ad assumere un ruolo sempre più importante nella scelta e selezione di figure da aggiungere a team di lavoro DevOps con ambienti di lavoro basati su servizi Cloud.

Questo evento verrà riproposto in autunno in formato live per dare una ulteriore profondità all’argomento sia in chiave tecnologica che organizzativa.

[ GIO 17-09-2020   |  dalle 09:00 alle 10:15 ]
Webinar gratuito, piattaforma Zoom.

Sponsor dell’evento

 

Logo itSMF Switzerland


Con il supporto di
 

Destinatari

Titolari e Manager aziendali, imprenditori, dirigenti e quadri aziendali in ambito pubblico e privato, Project Manager, Delivery Manager. Tutte le figure con un potere decisionale aziendale che partecipano come stakeholder a progetti di digitalizzazione (marketing, risorse umane, finanze, organizzazione, altri), tutti gli addetti ai lavori nel mondo digitale: sviluppatori, responsabili e gestori delle infrastrutture IT, tutte le figure che garantiscono l’operatività dei servizi IT.

Descrizione

La collocazione della IT governance e del Service Management si situa oggi esattamente nel punto di incontro tra i modelli di cloud con cui i servizi vengono erogati (anche il modello on-premise è stato inglobato in certi casi come un cloud-privato a tutti gli effetti), la richiesta di digitalizzare molti processi con dei tempi di risposta molto stretti per allineare il business con i propri obiettivi e le pratiche Agili di sviluppo software da cui DevOps si inspira ed estende.
Il risultato va colto nella gestione olistica dell’unione di questi fattori critici di cambiamento

 

Obiettivi

Nel racconto delle esperienze vissute attraverso le competenze messe in campo, cerchiamo di dare le risposte alle seguenti domande in prospettiva futura:
👉 Perché vengono oggi scelti sempre più convintamente i modelli Cloud?
👉 E’ solo una questione di soldi?
👉 Perché DevOps ed il Cloud Native sono importanti per il business?
👉 Qual’è il loro reale valore e dove si applica maggiormente?
👉 Quali e quanti impatti hanno nella Governance IT e nel Service Management

Vi aspettiamo!

Moderatori e relatori

Andrea Cherubini, Presidente svizzero di itSMF e responsabile per l’area italofona, laureato alla SUPSI in IT Management e Governance, con +15 anni di esperienza in ambito IT ricoprendo vari ruoli e funzioni, specializzato e certificato nella gestione dei Progetti IT, Servizi IT e della IT Governance.
LinkedIn: https://www.linkedin.com/in/andreacherubini/

Vincenzo Ferme, Esperto Cloud e DevOps @Kiratech da oltre 5 anni. Dottorato all’USI, l’esperienza spazia tra tecnologie Cloud, performance testing, orchestrazione di Containers, oltre che relativi processi e automazione degli stessi. Particolare focus nella definizione ed implementazione di processi dall’automazione performance test al delivery infrastrutturale e applicativo su piattaforme containers e Multi-Cloud.
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/vincenzoferme/

Alessio Giavara, Service Manager @ Noovle, con esperienza di 10 anni in ambito cloud. Appassionato di tecnologia, innovazione e sviluppo delle persone, ha acquisito competenze trasversali nell’erogazione dei servizi IT, da quello tecnico a quello di gestione gruppi e linee di business. Come Service Manager si occupa nell’introduzione di nuove pratiche all’interno dell’azienda.
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/alessio-giavara/

Luca Lotti, professionista in ambito risorse umane & Head Hunting @ Selection 4.0,  con un’esperienza di 10 anni. Specializzato in selezione di figure tecniche nel Middle e Top Management ed appassionato di tecnologia con un background tecnico ed umanistico seleziona i migliori talenti per i clienti Svizzeri, Italiani e nel mondo con un accento alle figure IT/Digital & Engineering.
Linkedin: https://www.linkedin.com/in/luca-lotti-553197111/

Programma

08.50 Registrazione evento (accesso alla piattaforma Zoom ed operazioni di check-in)
09:00 Andrea Cherubini, itSMF – Presentazione dell’evento, dei relatori e del tema fil rouge.
09.10 Vincenzo Ferme – I valori del DevOps, la sua importanza per il business e gli impatti
09.30 Alessio Giavara – Service Management ed i servizi cloud, il loro impatto sull’ITSM e sulla creazione del valore
09.50 Luca Lotti – I soft e hard skills richiesti nella selezione di personale qualificato IT
10.00 Q&A e breve tavola rotonda finale
10.15 Saluto finale e termine dell’evento

Iscrizione

L’evento è per tutti gratuito ma con posti limitati.

Ottieni il tuo biglietto

Le novità di itSMF in Ticino: una visione più ampia dell’IT

Lo scorso 20 Novembre, all’Hotel Dante di Lugano ha avuto luogo l’evento sul futuro della governance IT nel territorio al cospetto di un pubblico numeroso.

C’è soddisfazione per i partecipanti intervenuti sia da un punto di vista numerico, considerando anche una data ed un periodo denso di eventi, che da un punto di vista di tipologia di figure professionali ed aziende intervenute.

Oltre all’intervento del presidente Andrea Cherubini, che ha tracciato il percorso di itSMF del passato e del futuro sul territorio, denso di attività e tematiche, si sono susseguiti gli interventi dei relatori Sebastién Martin, ospite di eccezione intervenuto da Ginevra in qualità di ex-presidente di itSMF di lunga data ed IT Service Manager alla Richemont, che ha introdotto il nuovo framework architetturale IT4IT, il nuovo standard coniato dall’Open Group per la moderna gestione del business IT attraverso il modello di gestione dei servizi.


L’ultimo intervento è stato da parte di Omar Terzi, di professione consulente aziendale e docente alla SUPSI di strategia, che ha dato prova delle sue capacità di intrattenere il pubblico con uno speech molto interattivo ed espressivo parlando delle strategie e del linguaggio di comunicazione da adottare in azienda per trasmettere i cambiamenti agli attori in modo positivo partendo dall’analisi e dalla conoscenza dei differenti stati della mente e del pensiero umano.

Con quest’ultimo intervento, itSMF vuole in particolare portare l’esperienza e la competenza di esperti nel proporre e parlare in modo semplice e diretto, uscendo dagli schemi dello “slang IT” per raggiungere l’obiettivo sul territorio di allargare l’interesse ad una platea più ampia possibile di figure professionali, che sempre più saranno esterne al binomio «funzione IT - direzione generale».

Il cambiamento che la rivoluzione digitale porterà, non va letto «velocemente» come una rivoluzione delle vecchie mansioni e come una sostituzione delle figure professionali con le intelligenze cosiddette artificiali ma «lentamente» attraverso la percezione che le aziende hanno il reale bisogno di evolversi nel mercato e di dover velocizzare ed automatizzare attività ripetitive e tendenzialmente con un basso apporto decisionale, liberando le risorse umane per concentrarsi e profilarsi su altre attività di più alto contributo strategico.

Il percorso di itSMF sul territorio è incentrato sulla catena del valore dell’associazione:
divulgazione
confronto
consulenza
formazione

il quale si sviluppa attraverso la storia, la filosofia, gli obiettivi e le linee guida con la quale itSMF vuole proporre le proprie tematiche e le attività per affrontare in modo pratico e diretto le tante sfide che il settore digitale, sempre in grande fermento, sta portando con sé.

 

Il nuovo standard IT4IT, uno degli strumenti di lavoro da poco ufficializzato nella sua versione finale assieme ai percorsi di certificazione, ha come obiettivo quello di fornire un modello architetturale dei servizi IT per poter sviluppare il business attraverso i servizi IT in un contesto multi-vendor e multi-cloud service model, e di sviluppo agile e DevOps.
Questa visione dell’Open Group ha spinto dal canto suo la stessa Axelos ad allineare la nuova versione di ITIL v4 che sarà rilasciata nel primo quadrimestre del 2019.
Anche se le dinamiche tra Axelos ed Open Group non sono connesse è tuttavia apprezzabile notare che la nuova versione di ITIL vedrà l’aggiunta al modello di servizi IT delle guide pratiche di implementazione e di adattamento al moderno contesto IT di sviluppo e gestione infrastruttura: agile, DevOps, containerizzazione, microservizi e cloud multi-model e multi-vendor.
IT4IT meglio di ITIL?
Un’altro strumento che si unisce ad ISO/IEC 20000, ITIL, e VeriSM ma che alla fine si limita a dare una visione apparentemente diversa della funzione IT e del modello di gestione dei propri servizi?

La risposta non è la comparazione in sé degli strumenti ma la tendenza ad adattare i diversi  modelli di servizi IT alle nuove sfide ed esigenze del settore.

 

Nella nostra pagina Facebook e Linkedin trovate alcune immagini ed highlights dell’evento.

 

 

Andrea Cherubini
President | itSMF Switzerland

www.itsmf.ch